I moti del ’48 si posso riassumere e schematizzare in 4 insurrezioni:

  1. Insurrezione a Palermo, per la quale Ferdinando II è costretto a concedere la Costituzione (12 Gennaio 1848);
  2. Insurrezione a Torino, dove Carlo Alberto concede lo Statuto Albertino (4 Marzo 1848);
  3. Insurrezione a Venezia, dove viene restaurata la repubblica di San Marco (17 marzo 1848);
  4. Insurrezioni a Milano che si susseguono per 5 giorni e sono note come “Le Cinque giornate di Milano” (dal 18 al 22 Marzo 1848). I Milanesi si erano distinti in moderati e democratici. I moderati, capeggiati da Gabrio Casati, speravano in un intervento di Carlo Alberto contro gli Austriaci, per poter ottenere così soluzioni per l’appunto “moderate”. I Democratici, invece, capeggiati da Carlo Cattaneo, volevano la Repubblica e si scindevano a loro volta in repubblicani unitari e repubblicani federalisti. I moderati erano preoccupati per l’avanzata dei repubblicani e, dunque, Carlo Alberto, messo sotto pressione, dichiarò guerra all’Austria. Scoppia così la prima guerra d’indipendenza.

La descrizione della prima guerra d’indipendenza la trovi in un altro nostro articolo: http://culturascolasticaealtro.altervista.org/la-prima-guerra-dindipendenza-italia-1848-1849/

 


Category: Storia

About the Author


Comments are closed.


Puoi seguirci anche su…

       

Categorie


agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  


 
Host di destinazione non consentito, sblocca la connessione nel pannello di AlterVista (Risorse > Impostazioni PHP)