AtenaPallade Atena, chiamata Minerva dai Romani, nacque adulta e armata dalla testa di Zeus, dopo che questi ne aveva ingoiato la madre, Metis (la “Prudenza”): atto necessario per impedire la nascita di un figlio più forte del padre. Atena era una dea guerriera, ma la sua forza veniva temprata dalla sua generosità e dal suo senso di giustizia. Ai popoli vincitori concedeva poi i benefici della pace: era perciò protettrice delle città, dell’agricoltura e delle arti; e aveva inventato molte cose utili la ruota per il vasaio, la squadra per il falegname, l’aratro per i contadini e il giogo per i buoi. Tra le città, la sua prediletta era Atene, a cui diede il nome e di cui fece il centro del suo culto. Per il possesso dell’Attica fu in gara con Poseidone; ma vinse Atena, donando l’olivo agli abitanti. Inventò anche il flauto, ma poi smise di suonarlo perché, per suonarlo, doveva gonfiare le gote e ciò faceva deturpare il suo bellissimo viso. Per i suoi occhi cerulei fu chiamata anche Glaucopide. Tra le varie arti, preferiva proteggere quelle femminili, nelle quali era molto abile. Sfidata al telaio dalla lidia Aracne, ad esempio, mostrò la sua incredibile capacità battendola e trasformandola in ragno. Per i Greci, Atena era la Vergine per eccellenza; e il suo pudore verginale era scontroso e altero: castigò con la cecità Tiresia che l’aveva sorpresa in bagno. Veniva rappresentata in piedi e armata, con l’egida a protezione del petto. In suo onore, venivano celebrate in Atene le feste Panatenee, che duravano quattro giorni.


Category: Italiano

About the Author


Comments are closed.


Puoi seguirci anche su…

       

Categorie


settembre: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  


 
Host di destinazione non consentito, sblocca la connessione nel pannello di AlterVista (Risorse > Impostazioni PHP)